Seleziona una pagina
La storia raccontata ai bambini della Santa dei Casi Impossibili
Santa Rita da Cascia


La storia di Santa Rita da Cascia raccontata ai bambini suscita da subito interesse e li incuriosisce molto visto che è stata definita la Santa dei casi impossibili ed ha avuto una vita ricca di cambiamenti. Santa Rita da Cascia è una delle figure più invocate dalla cristianità di tutto il mondo ed insieme a San Francesco è tra i santi più conosciuti della spiritualità umbra. 

La vita di Santa Rita 

Rita nacque a Roccaporena, piccolo paese umbro vicino Cascia, nel 1380. Quando era ancora in fasce i suoi genitori notarono ronzare delle api sopra la culla e provarono ad allontanarle. Purtroppo non riuscirono a scacciarle anzi si avvicinarono sempre di più al faccino dolce della piccola, come se fosse un fiore da cui succhiare il nettare. A Rita non fecero male e non venne punta. Divenne una giovinetta con il desiderio di vestire l’abito religioso e di avvicinarsi sempre di più a Cristo. I genitori non la accontentarono ma scelsero per lei con chi passare il resto della vita .


Rita moglie e madre

All’età di 14 anni si sposò con Paolo Mancini, assecondando il volere dei genitori. Lui era un uomo violento e rissoso. Rita riuscì con molta pazienza e costanza a fargli seguire una condotta più consona e a convertirlo. Dalla loro unione nacquero due figli: Giangiacomo e Paolo Maria che educarono secondo sani principi. Dopo qualche anno Rita dovette affrontare la prima difficile prova della sua vita: la perdita di suo marito. Lo vide morire davanti ai suoi occhi, per mano dei suoi  amici di un tempo. Rita si affidò sempre più a Dio, pregando e ottenendo pace e speranza. Pregò per gli assasini di suo marito e li perdonò. Quando si rese conto che nei figli nasceva un sentimento di vendetta nei confronti degli assassini del padre, pregò per loro affidandoli a Dio. Nel giro di pochi anni i figli morirono di malattia ma Rita pensò sempre che Dio li avesse condotti a sè ascoltando le sue preghiere.

Rita si ritira nel monastero di Santa Maria Maddalena

Rita, rimasta sola all’età di 36 anni, lasciò Roccaporena e provò ad entrare nel monastero di Santa Maria Maddalena di Cascia ma non ci riuscì subito. Si affidò intensamente alla preghiera e una notte in sogno vide apparire San Giovanni che si dirigeva in uno dei monti più pericolosi di Roccaporena. Rita gli andò dietro e improvvisamente si trovò in alto, ad un passo dal cielo costellato di stelle e molto vicino al Signore. Oltre a Giovanni Battista, lì incontrò Agostino e Nicola da Tolentino. Si rese conto di quanto avessero contato nella sua vita e da loro avesse appreso la contemplazione, la penitenza e la preghiera. Ringraziò il Signore e in modo inspiegabile si ritrovò all’interno del monastero di Cascia, senza che nessuno le avesse aperto la porta. Le consorelle rimasero stupite dal racconto di Rita e l’accolsero assecondando la volontà di Dio.

I prodigi di Santa Rita

Le sue giornate in monastero trascorsero tranquille, meditando e pregando. Un giorno chiese a Gesù di partecipare al suo dolore e mentre era raccolta in preghiera, Rita venne colpita da un fascio di luce, una spina staccatasi dal Crocifisso le si conficcò in testa lasciandole una cicatrice sulla fronte che le rimase per sempre. Solo quando Rita, insieme alle consorelle, andò a Roma per visitare le tombe di San Pietro e San Paolo vide scomparire la cicatrice dalla fronte, per poi vederla di nuovo appena di ritorno a Cascia.

Ultimi giorni di Santa Rita 

Dopo aver trascorso circa 40 anni in convento, Rita si ammalò e in quel momento chiese ad una sua cugina di avere una rosa e due fichi della sua casa natia. Era inverno e la giovane donna pensò che Rita in fin di vita stesse farneticando. Andò comunque nella casa dei genitori di Rita e trovò una rosa e due fichi sull’albero nonostante il freddo gelido e riuscì a portarli in dono alla malata. Come la rosa Santa Rita seppe fiorire e sciogliere il freddo di tante anime. Si pensa che i due fichi fossero i suoi figli in salvo. Il 22 Maggio 1147 Rita raggiunse la Casa di Dio.

 

La rosa è il simbolo di Santa Rita

Tutt’oggi si dice che ogni qual volta la Santa interceda per un miracolo,  il suo corpo emani un fortissimo profumo di rosa.

Scopri le storie degli altri Santi Umbri da raccontare ai bambini

La storia di SAN FRANCESCO di Assisi raccontata ai bambini

Di pari passo alla storia di Santa Chiara, ai bambini va raccontata anche quella del suo amico e padre spirituale San Francesco di Assisi. CLICCA QUI PER SCOPRIRLA…

La storia di SANTA CHIARA d'Assisi raccontata ai bambini

Molto coinvolgente la storia di Santa Chiara che, grazie al sostegno dell’amico Francesco, trova la forza di abbandonare la ricchezza per dedicarsi alla preghiera e a Dio
CLICCA QUI PER SCOPRIRE LA SUA STORIA…

La storia di SAN BENEDETTO da Norcia raccontata ai bambini

Molto coinvolgente la storia del Santo Patrono d’Italia che, grazie alla preghiera e alle regole “ora et labora”, si avvicinò sempre di più a Dio. Ogni comunità da lui formata era una unica grande famiglia.
CLICCA QUI PER SCOPRIRE LA SUA STORIA…

COSA VEDERE CON BAMBINI IN UMBRIA
PASQUA IN UMBRIA: cosa vedere in 2 giorni

PASQUA IN UMBRIA: cosa vedere in 2 giorni

Pianifica la tua vacanza di Pasqua in famiglia in UmbriaScopri cosa vedere in 2 giorni!La Pasqua è il primo dei ponti di primavera ed è il momento ideale per concedersi 2 giorni per visitare l’Umbria con la propria famiglia. Scopriamo insieme cosa vedere.2 giorni per...

leggi tutto
Pic Nic di Pasquetta a Spineta con i Bambini!

Pic Nic di Pasquetta a Spineta con i Bambini!

Pic Nic di Pasquetta a Spineta con i Bambini! Lunedì di Pasqua alla Spineta per il Pic-nic dell’Angelo, Santa Messa e Prodotti Tipici Umbri! Il Pic Nic dell'Angelo si svolge presso il Convento di Santa Maria della Spineta il lunedì dopo Pasqua dalle 09:00 alle 19:00....

leggi tutto
La Grande Fiera di Pasqua di Perugia

La Grande Fiera di Pasqua di Perugia

Tra le cose da fare in Famiglia a Pasqua in Umbria non può mancare una passeggiata a "La Grande Fiera di Pasqua di Perugia"! Mostra Mercato di Pasqua con tanti stands enogastronomici, artigianali e artistici lungo le vie del centro di Perugia. Una passeggiata da fare...

leggi tutto
Venerdì Santo in Umbria: TUTTE LE PROCESSIONI.

Venerdì Santo in Umbria: TUTTE LE PROCESSIONI.

Il Venerdì Santo in Umbria La religione è uno degli aspetti principali della regione Umbria, legata indissolubilmente ad essa tramite figure di importanza mondiale, per citarne alcune: San Francesco di Assisi, Santa Rita da Cascia, San Benedetto da Norcia...  La...

leggi tutto
Cosa fare a Pasqua con bambini in Umbria

Cosa fare a Pasqua con bambini in Umbria

  COSA FARE A PASQUA CON BAMBINI IN UMBRIA La Pasqua è il primo ponte di primavera, ideale per conoscere l'Umbria e scoprire cosa fare insieme ai vostri bambini. Il sole inizia a fare capolino, le ore di luce aumentano e diventa un piacere trascorrere qualche giorno...

leggi tutto
DOVE DORMIRE VICINO CASCIA CON BAMBINI
Country House con piscina salata a Spoleto

Country House con piscina salata a Spoleto

A Spoleto, Umbria, country house ricavata dalla ristrutturazione di un antico casale Struttura immersa nel verde con spaziose camere familiari, ristorante con cucina della tradizione e piscina ad acqua salata Immersa nella campagna di Spoleto la Country House offre a...

leggi tutto

INSERISCI LA TUA ATTIVITA’ O IL TUO EVENTO PER BAMBINI SU UMBRIABIMBO:
CHIAMA IL 320 4550155 O SCRIVI UN’EMAIL
.